TOP
Il denaro in Metagenealogia jodorowsky

Lavoro e Denaro in Metagenealogia

Non riesco a realizzarmi facendo il lavoro che vorrei. Cos’è in gioco realmente quando parliamo di lavoro? Quali sono i collegamenti che si creano nel nostro cervello quando pensiamo al lavoro e al denaro?

La Metagenealogia ci aiuta a capire perché a volte non riusciamo a decidere il meglio per noi.

Il nostro lavoro è il nostro benessere

In questo periodo storico il lavoro è un elemento fondamentale del nostro benessere mentale e fisico. Avere il lavoro che ci corrisponde e soddisfa e al quale dedichiamo il nostro tempo con convinzione è un obiettivo indispensabile da raggiungere. Molti di noi, infatti, in media dedicano al lavoro più di un terzo della nostra giornata.

Pensiamo che il lavoro sia fondamentale per poter vivere felicemente dato che esso è il mezzo principale per produrre il tanto “sofferto” denaro necessario a vivere.

Lavoro e Tempo

Uno degli elementi fondamentali che aiuta questo meccanismo è il tempo.
Il tempo che impieghiamo al lavoro (eccezioni a parte) è direttamente proporzionale al denaro che produrremo.

Ecco un primo collegamento interessante: lavoro=tempo

Il tempo è una risorsa incredibilmente preziosa, è la vita stessa (quanto meno quella fisica/terrena). Ogni essere umano ha un tempo limitato. Nello Yoga si dice che ognuno di noi ha un numero preciso di respiri a disposizione nella propria vita.

Il modo in cui impieghiamo questo elemento tanto unico equivale al livello di soddisfazione che caratterizzerà la nostra vita.

Quando impieghiamo il nostro tempo facendo qualcosa che non corrisponde a ciò che amiamo, che non ci piace o che ci procura rabbia, il nostro livello di benessere psichico e fisico ne risentono enormemente.

Non stiamo dando il giusto valore al nostro tempo.

Lavoro e Valore

Il denaro che ricaviamo in cambio del tempo che offriamo al nostro lavoro, ad un livello sottile, è il valore che attribuiamo a noi stessi.

Ecco un secondo collegamento interessante: tempo=valore

Si, il denaro che produciamo è il simbolo del valore che sentiamo di avere. Ecco cos’è che ci affligge quando facciamo qualcosa che non è congruente con chi siamo davvero, con la nostra vocazione, con ciò che amiamo profondamente.

Non fare ciò che ci corrisponde equivale a non riconoscere il nostro autentico valore e la nostra unicità.

Lavoro e Denaro: le origini del disvalore

Le origini di questo possibile disvalore può essere rintracciata nel nostro passato. Da quando siamo bambini, i nostri genitori e la società ci educano con una precisa idea di chi siamo, di chi dovremmo essere e di “cosa” è bene diventare da adulti.

Li sentiamo parlare di denaro e lavoro, creando in noi un vero e proprio credo famigliare di ciò che rappresentano queste due parole.

Alcune delle frasi che la maggior parte di noi almeno una volta ha ascoltato pronunciare dalla propria famiglia sono: “la passione è una cosa, il lavoro è un’altra” – “di Arte non si vive” – “gli artisti sono dei fannulloni” – “se impieghi il tuo tempo a sperare di trovare un lavoro che ti piace, morirai di fame” etc.

Queste frasi, quando siamo bambini, si imprimono in noi tanto profondamente da condizionare le persone che saremo.

Tradotte nel linguaggio della psiche queste parole diventano “se vuoi fare parte di questa famiglia, non troverai un lavoro che ti piace, ma un lavoro che si possa definire tale (ad esempio lo stesso del padre, o della nonna)” – “l’essenza che tu sei (la tua arte) non è sufficiente per produrre denaro.

“Non hai abbastanza valore” – “Il lavoro è principalmente sacrificio” – “Il mondo non è come pensi tu” etc.

Conflitto di fallimento

Nella Metagenealogia (Metagenealogia – Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa) questo conflitto prende il nome di “conflitto di fallimento”.

Si fallisce e non ci si realizza per obbedire ad un ordine famigliare e per appartenenza al proprio clan famigliare: non si può infrangere una regola imposta dalla nostra tribù, perché ciò che è in gioco è la perdita dell’amore genitoriale e dell’appartenenza alla nostra famiglia.

In questa situazione la Psicomagia può essere un utile strumento per sbloccare e interrompere definitivamente questa attitudine fallimentare.

L’Atto Psicomagico del Fallimento ci può aiutare vivendo e realizzando una volta per tutte questo “ordine” imposto per darci finalmente il diritto di essere chi siamo veramente.

Comments (6)

  • Gabriella Santin

    Buongiorno, quando tenete questo corso e dove?

    reply
  • Daniela Eberle

    Salve anch’io vorrei essere aggiornata sugli eventi grazie.
    Daniela

    reply
  • simone olivo

    ciao, mi aggiungi alla mailing list? a presto! S.

    reply
    • Ciao Simone, puoi iscriverti direttamente nella sezione “Segui Cristobal Jodorowsky…” in Homepage https://www.cristobaljodorowsky.it/
      Facendolo da lì noi saremo automaticamente autorizzati ad usare la tua mail per la Newsletter, altrimenti non potremmo
      grazie

      reply

Post a Comment

error: Il contenuto è protetto!!
X