TOP
la via dei Tarocchi di Alejandro Jodorowsky

“La via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky

Sono passati ormai più di dieci anni dalla pubblicazione del libro “La via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa e molti iniziano a trasmettere il suo insegnamento, ma per la singolarità della sua esposizione, questo libro resta ancora uno strumento prezioso e magico di iniziazione ai Tarocchi e di crescita personale.

Dal lontano 2004, anno di pubblicazione del libro in lingua spagnola con il nome “la via del tarot” fino ad oggi, questo libro ha ispirato migliaia di lettori di Tarocchi proponendo una maniera totalmente nuova di leggere ed interpretare il mazzo di carte del Tarocco.

La rivoluzione del mazzo Jodorowsky-Camoin

Sconfessando, in primo luogo, l’uso divinatorio della lettura di Tarocchi, Alejandro Jodorowsky ha rinnovato completamente l’interpretazione delle singole carte e l’approccio ai loro simboli, riuscendo ad attuare una sintesi originale pur nel solco della tradizione.

Infatti, senza dimenticare le interpretazioni storiche degli autori più influenti e che nei secoli si erano stratificate nel significato dei Tarocchi,Alejandro jodorowsky cerca di arrivare al significato degli Arcani Maggiori e Minori in maniera imparziale e senza condizionamenti, lasciandosi guidare dalla struttura intima che i soli rimandi interni alle carte conservavano nei loro disegni.

Durante più di trent’anni di studio, questo tentativo di ritornare ad un significato puro e fuori dal tempo degli Arcani, non si limitò solo alla lettura e all’interpretazione delle carte ma, soprattutto, alla concreta restaurazione di un mazzo che potesse esprimere il più possibile la sua forza originaria.

Nei secoli infatti i disegni del Tarocco, sia nei colori che nei simboli contenuti nelle carte, avevano subito deterioramenti o cambiamenti volontari, dovuti sia alla tecnologia ancora poco evoluta di riproduzione e stampa dei mazzi di carte sia all’intervento arbitrario di autori che ridisegnavano completamente ogni Arcano secondo la loro interpretazione personale, mischiando spesso simboli e dettagli significativi provenienti però da tradizioni diverse.

Il modello dei Tarocchi di Marsiglia

Proprio la proliferazione, soprattutto ottocentesca, di mazzi di tarocchi “individuali”, dovuta al grande interesse scatenato in ambiente esoterico dagli studi sul gioco dei Tarocchi di Antoine Court de Gébelin, portò Alejandro Jodorowsky a scegliere il mazzo di Tarocchi di Marsiglia come modello di studio poiché, come racconta lui stesso nel libro “la via dei Tarocchi”, oltre ad essere uno dei più antichi e diffusi, sembrava essere il meno influenzato da modifiche autoriali successive.

Dopo aver confrontato numerosi mazzi di Tarocchi di Marsiglia esistenti, con il prezioso aiuto del maestro Philippe Camoin ultimo erede e discendente dal 1760 de La Maison Camoin, fabbrica di carte da gioco nonché ultima rappresentante dell’antica confraternita dei Maestri di Carte marsigliesi, Alejandro Jodorowsky ha composto il nuovo mazzo di carte Jodorowsky-Camoin basato su un Tarocco di Marsiglia completamente rivisitato nei colori e nei simboli.

L’enorme successo di questo nuovo mazzo di Tarocchi di Marsiglia, e del libro che lo accompagna possiamo ben dire che abbia riportato in auge l’argomento dei Tarocchi, seppure in una veste nuova non divinatoria ma come strumento di consapevolezza interiore e crescita personale.

Il successo “letterario” del nuovo mazzo di Tarocchi Jodorowsky-Camoin e del libro “la via dei Tarocchi”

Ad onor del vero, l’orientamento “terapeutico” iniziato dall’approccio psicologico di C.G.Jung, allo studio degli Arcani Maggiori e Minori era già presente ma, con “la via dei Tarocchi”, esce fuori dagli ambienti della psicologia e delle psicoterapie d’avanguardia per arrivare al grande pubblico con una ricchezza di significato e una sistematizzazione mai così semplice e diretta, dando a molti la possibilità di imparare a leggere i Tarocchi con questo nuovo metodo.

Il suo insegnamento infatti non ha bisogno di una particolare investitura, al contrario degli oscuri insegnamenti esoterici di occultisti e cartomanti, il significato dei Tarocchi descritti da Jodorowsky sono accessibili a tutti, perché in fondo sono già dentro di noi.

La libertà degli Archetipi nei Tarocchi

Gli archetipi nei Tarocchi parlano ad ognuno e, grazie alla loro organizzazione nel Mandala dei Tarocchi, ognuno può accedere ad una preziosa mappa psichica per orientarci nella nostra interiorità, renderci consapevoli delle nostre dinamiche e dei processi in atto e riprendere in mano la possibilità di scegliere il meglio per noi.

Questa libertà e l’enorme interesse suscitato dalla singolarità de “la via dei Tarocchi” di A.Jodorowsky, fin dalla sua uscita, ha fatto sì che la produzione letteraria sull’argomento aumentasse a dismisura. Tanti insegnano e scrivono sul metodo di lettura di Alejandro Jodorowsky, riempiendo internet e gli scaffali delle librerie di manuali di lettura di Tarocchi più o meno ricchi ed originali.

Ma la “Via dei Tarocchi”, per come l’ha concepita Alejandro Jodorowsky e per come la propone Cristobal Jodorowsky, non è un metodo di lettura, ma come dice il titolo stesso, è una Via.

Questo particolare che sfugge a molti che scrivono di questo metodo ma è in realtà la vera differenza del libro di Alejandro Jodorowsky.

La singolarità de “la via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky

A.Jodorowsky, pur mantenendo degli standard letterari per fare del libro “La via dei Tarocchi” una sorta di manuale del nuovo metodo di lettura, pone la vera ricchezza del testo nell’energia che scaturisce dalla singola descrizione di ogni Arcano.

Come si addice ad un sapiente mago, il testo di Alejandro Jodorowsky attraverso la lettura è in grado di risvegliare esattamente l’energia che la carta rappresenta, non tanto per l’aspetto verbale della descrizione quanto piuttosto per l’emozione che riesce a suscitare. Ogni testo è un’esperienza spirituale che inspira nel lettore la ricerca in se stessi dell’Arcano, descritto.

La sua struttura, pur prevedendo interi capitoli dedicati alla descrizione della Struttura intima dei Tarocchi, alla numerologia ed alle varie modalità di lettura si dedica principalmente ad ispirare Arcano per Arcano l’energia ad esso connesso.

Ogni Arcano è infatti descritto in due modalità, una più descrittiva, e potremmo dire classica, l’altra è una modalità completamente nuova che prevede di impersonare in prima persona ogni carta dandole direttamente voce, Alejandro Jodorowsky ci scrive come se “l’arcano in questione parlasse…”

L’importanza di “E se l’arcano parlasse…” ne “la via dei Tarocchi” di Alejandro Jodorowsky

Il nostro cervello, che a noi sembra essere una sola entità, è in realtà formato da tre parti distinte, come rivela la teoria dei tre cervelli di Paul Mclean, solo una parte di essa comprende il linguaggio verbale, le altre due parti più profonde hanno un linguaggio diverso non verbale e corporeo, sicuramente a queste altre parti del cervello parla Alejandro nella sezione “e se l’arcano parlasse…”.

Questo prezioso contributo permette di entrare in connessione diretta con la carta e integrare il suo significato nel corpo, farne esperienza diretta. Provate infatti a recitare il pezzo scritto ad alta voce come se stesse a teatro o addirittura provate voi a connettervi con i vari Archetipi nei Tarocchi attraverso la loro immagine e recitando ad alta voce cosa direbbe quell’Arcano se avesse voce.

Integrare i Tarocchi in questa maniera ci fa fare esperienza del “grado evolutivo” che ogni Arcano descrive e, pagina dopo pagina, ci rendiamo così sempre più coscienti della via che i Tarocchi insegnano. Uno dopo l’altro, seguendo il loro cammino, possiamo ricevere il loro insegnamento di cambiamento e trasformazione.

La vera sapienza dei Tarocchi

La lettura dei Tarocchi è infatti uno dei tanti modi per praticare la loro sapienza, ma è riduttivo se diventa il solo scopo per il quale approcciarsi al Tarocco. Nella loro interezza e organizzazione nel Mandala dei Tarocchi le carte esprimono una via iniziatica che ci aiuti a vivere meglio la nostra libertà, le nostre responsabilità, il nostro posto nel mondo e il nostro posto nell’universo.

Il libro “la via dei Tarocchi” non è solo un semplice manuale di lettura ma un libro iniziatico. La peculiarità di questo libro, oltre alla efficacia letteraria e verbale, alla capacità di sintetizzare e raccontare l’intenso e affascinante percorso di Alejandro Jodorowsky per arrivare a questo metodo rivoluzionario, resta a mio parere la sua inesauribile energia ispiratrice che scaturisce per ognuno in momenti diversi della lettura, rispetto a ciò che maggiormente risuona del mistero racchiuso da secoli in ogni Arcano.

Post a Comment